Informazioni per Yamaha

Storia del marchio Yamaha

Yamaha Motor Co. Ltd, con sede a Iwata, si è sviluppata nel 1955 come branca dell’azienda Nippon Gakki. La società madre, specializzata nella costruzione di organi e pianoforti è stata fondata nel 1889 da Torakusu Yamaha con il nome di Organ Manufacturing Company e solo nel 1897 è diventata nota come Nippon Gakki. Nel dopoguerra la nuova nata si è dedicata esclusivamente alla realizzazione delle moto e ne è ben presto divenuta la seconda produttrice al mondo, dopo Honda.

Yamaha Racing

Fin dalla sua nascita Yamaha si è impegnata nel mondo delle corse. La divisione sportiva dell’azienda ha preso il nome di Yamaha Racing. La prima vittoria, per quanto riguarda le moto, fu ottenuta durante la 3ª edizione della prestigiosa corsa sul circuito del Monte Fuji con la YA-1. Dal 1961, con l’esordio nel GP di Francia, nel Motomondiale iniziò una lunga serie di successi. La RD56 due tempi, nel 1964, vinse il primo alloro mondiale nella classe 250 con Phil Read. Il 1967 fu l’anno della vittoria del mondiale in classe 125 con Bill Ivy. Nella classe 500 il primo successo fu ottenuto nel 1972 con il pilota Chas Mortimer. Sempre in sella ad una Yamaha piloti del calibro di Giacomo Agostini, Kenny Roberts, Eddie Lawson e Wayne Rainey hanno vinto, negli anni successivi, nove titoli mondiali in 500. In MotoGP Yamaha ha vinto 5 titoli costruttori e 7 piloti. Il 2013 ha regalato, invece, il duecentesimo successo nella classe regina anche a Jorge Lorenzo. Fra i successi nelle altre competizioni si possono ricordare: la vittoria di 9 edizioni del Rally Dakar tra le moto e 5 con i quad.

Le moto

YA-1, una 125 cc con motore monocilindrico a due tempi, è stata la prima Yamaha. Nel 1969 l’innovazione prese il nome di XS-1, moto dotata di un motore bicilindrico da 650 cc. Nel 1970 arrivò la ZS-1 650cc con motore a quattro tempi. La enduro XT 500, nel 1979, diede il via alla fortunata serie di moto che si impose anche nella prima edizione della Parigi-Dakar. Nel 1998 venne alla luce la prima versione della YZF-R1, da molti ritenuta la migliore supersport del decennio. Yamaha oggi produce scooter con cilindrata da 50 a 500 cc e moto da 50 a 1.900 cc, nelle seguenti tipologie: sport, sport touring, dual-sport, ma anche offroad.