Informazioni per Aprilia

Storia del marchio Aprilia

Aprilia viene fondata a Noale nel 1945 da Alberto Beggio, come azienda produttrice di biciclette artigianali. La trasformazione prende forma nel 1968, quando il figlio del Cavalier Beggio, Ivan, dà vita al primo ciclomotore marchiato Aprilia. È con le motociclette Colibrì, Packi e Daniela che Aprila si lancia sul mercato dei ciclomotori, ai quali segue la fuoristrada Scarabeo, nelle taglie 50 e 125.

La prima grande evoluzione di Aprilia è segnata dall'accordo stipulato con Rotax, che a partire dal 1985 e sino al 2006 fornisce le motorizzazioni più imponenti. Il lancio della Tuareg (1985) sottolinea lo spirito competitivo di Aprilia: ricalca nelle linee le moto da competizione della Parigi-Dakar e monta un motore Minarelli due tempi, nelle versioni 50 e 125 cc, propulsore Rotax nei modelli di cilindrata maggiore. Gli anni '80 vedono il lancio di alcuni dei modelli che hanno fatto la storia di Aprilia. Fra le motociclette 50 e 125cc vedono la luce la RS, la RX e la Red Rose, alle quali si aggiunge la RS 250 con un potente motore Suzuki.

Anche gli Anni 90 sono un periodo di successo per Aprilia: arrivano la Pegaso e gli scooter Scarabeo, Leonardo, SR e Amico, e verso la fine del decennio le maximoto RSV Mille e la Falco, dotate di propulsore Rotax biclindrico a V di 60° e quattro tempi. In particolare Aprilia investe sulla RSV Mille Sport Production, di cui produce solo 150 esemplari: fra il 1999 e il 2002 è la moto che rappresenta la casa motociclistica nel campionato mondiale Superbike. Nel Mondiale delle derivate di serie Aprilia conquista tre tiitoli (2010, 2012 e 2014).

Aprilia e il nuovo millennio

Nel 2000 Aprilia acquisisce Moto Guzzi e Laverda, ma nel 2004 entra a far parte della famiglia Piaggio, alla quale appartiene tuttora. Oggi lo spirito competitivo di Aprilia su strada è rappresentato dalla RSV4 (nelle versioni FW, RF e FF), dalla Tuono V4 1100 e 125, dalla Caponord 1200 e dalle RS125 e RS4. L'offroad porta il segno delle SX e RX, ai quali si aggiungono gli scooter delle famiglia SR (Motard, Street e R) e Scarabeo.